Catalogo “Abitare l’arte”

Informazioni sul prodotto

  • Autore: Massimiliano Capella e Alvar Gonzales-Palacios
  • Fotografia: Massimo Listri
  • Copertina cartonata
  • Formato: 20 x 27 cm, pp. 208
  • Casa editrice: Electa

30,00

Svuota

Paolo Zani (Brescia, 1945-2018)


È noto per il suo ruolo di imprenditore e collezionista d’arte. Fondatore del gruppo Brixia Finanziaria, holding con un’attività prevalente nel commercio di carburanti, è stato inoltre presidente di Liquigas. Oltre alla passione per l’arte ha sostenuto il mondo del ciclismo con la costituzione di Liquigas Sport che, tra il 2005 e il 2012, ha ottenuto 222 vittorie in ambito professionistico. Il desiderio di non disperdere la collezione d’arte costituita in oltre trent’anni di intensa attività di ricerca, unitamente alla volontà di ricordare la figlia Carolina, è all’origine della sua scelta di costituire la Fondazione a loro intitolata.

Carolina Zani (Brescia, 1990-2017)


Dopo gli studi in Economia e Gestione aziendale e master alla Bocconi, ha seguito le orme del padre diventando, ancora giovanissima, vice presidente di CAVI Diesel, azienda del gruppo Brixia Finanziaria. Appassionata di arte egiziana e grande sostenitrice di associazioni legate alla tutela dell’ambiente e degli animali, la sua figura ha ispirato il logo della Fondazione: all’interno di un ottagono, forma ricorrente in alcune opere della collezione Zani e simbolo cristiano di vita eterna, si riconosce la sagoma di un angioletto con un cane (tratto dall’invenzione di Andrea Appiani per la tarsia in uno dei cassettoni di Giuseppe Maggiolini, 1789). Si celebra così la giovinezza di Carolina, la sua passione per gli animali e il suo ricordo nell’attività della Fondazione.

Abitare l'arte


Racconta il percorso collezionistico di Paolo Zani (Brescia 1945-2018), noto imprenditore e grande appassionato d’arte. In oltre trent'anni di ricerca Zani ha raccolto nella sua casa di Cellatica (BS) - progettata e modificata nel tempo proprio per accoglierle - oltre ottocento opere tra dipinti, sculture, arti applicate e arredi. Si tratta di una straordinaria collezione, ricca di capolavori unici, invidiati dai più grandi musei del mondo, che Zani ha sempre vissuto in forma privata, abitandola nell'intimità e condividendola solo con pochissime persone. Tra i capolavori esposti spiccano opere di Canaletto, Tiepolo, Guardi, Longhi, Boucher, accanto a preziosi arredi barocchi e rococò principalmente francesi e veneziani e straordinari oggetti d’arte applicata del XVII e XVIII secolo. Oggi questa meraviglia viene per la prima volta svelata al grande pubblico grazie a questo volume e all'apertura della Casa Museo. Il desiderio di non disperdere questo grande patrimonio artistico, unitamente alla volontà di ricordare la figlia Carolina (Brescia 1990-2017), è infatti all’origine della sua scelta di costituire la Fondazione Paolo e Carolina Zani e di dar vita a questo progetto.

Massimiliano Capella


Storico dell'arte, è professore di Storia del Costume e della Moda e direttore scientifico di ARTE MODA ARCHIVE presso il Centro Arti Visive dell’Università degli Studi di Bergamo. È curatore di mostre internazionali dedicate alle relazioni tra Arti Visive e Moda e autore di importanti volumi sui medesimi temi. Dal 2019 è direttore della Casa Museo della Fondazione Paolo e Carolina Zani per l'arte e la cultura.

Alvar González-Palacios


Storico delle arti decorative, è considerato tra i maggiori studiosi delle corti europee tra Sei e Ottocento. Ha studiato a L'Avana, a Parigi, a Firenze. Autore di vari libri sulle arti decorative in Italia fra classicismo e barocco, seguiti da due volumi sui mobili del Palazzo del Quirinale e su Arredi e ornamenti alla corte di Roma, studi sui Valadier che includono una mostra al Museo del Louvre nel 1994 e una monografia e un’esposizione alla Frick Collection (nel 2018). Larga parte della sua saggistica è depositata nel "Tempio del Gusto" (Longanesi, 1984-1986) e nel "Gusto dei Principi" (Longanesi, 1993).